Cromatica

Il codice espressivo del colore. Il passato che ispira il presente. Autore: Formafantasma | Andrea Trimarchi & Simone Farresin

Un atlante di cromatismi da miscelare. La grande misura e i suoi sottomultipli.

Un atlante di cromatismi da miscelare. La grande misura e i suoi sottomultipli.

Proposta in sei tinte codificate e due finiture superficiali complementari – naturale e lucida – la collezione “Cromatica” è portatrice di una riflessione sensibile e originale nel domino del colore puro: le grandi lastre in grès porcellanato smaltato sono campi dove il quoziente cromatico, in gradienti pastello soffusamente miscelati tra loro e ricchi di variazioni di intensità, si rivela in una moltiplicazione di toni apparentemente infinita. Oltre ad essere conservata in grande dimensione, la lastra può essere ritagliata in formati più minuti, originando una collezione aperta e non catalogabile a priori.

Cromatica by Formafantasma | CEDIT - Ceramiche d'Italia
Cromatica by Formafantasma | CEDIT - Ceramiche d'Italia
Cromatica by Formafantasma | CEDIT - Ceramiche d'Italia

«Questo lavoro rappresenta una riflessione sul colore; è, soprattutto, una proposta utile a trasferire la moltitudine di toni cromatici tipici della produzione artigianale all’interno di un progetto prodotto su grande scala.» Andrea Trimarchi & Simone Farresin

Cromatica by Formafantasma | CEDIT - Ceramiche d'Italia
Cromatica by Formafantasma | CEDIT - Ceramiche d'Italia
Cromatica by Formafantasma | CEDIT - Ceramiche d'Italia

DOMITILLA DARDI: ”ANALOGICO, DIGITALE, CROMATICO”.

Studio Formafantasma lavora nel mondo del design a partire da una solida attitudine alla ricerca. Ogni progetto è per Simone Farresin e Andrea Trimarchi un’occasione di studio e conoscenza e la loro propensione speculativa entra sempre in rapporto dialettico con le situazioni che le nuove committenze pongono. Che si tratti di un materiale, di una tipologia o di una modalità produttiva, la prima fase del loro processo di progettazione prevede una mappatura di quanto lo specifico caso mette loro a disposizione. Anche nell’incontro con Cedit molto è partito dallo scandagliare il passato e il presente dell’azienda. D’altra parte il motto che guida da anni il lavoro del duo progettuale è “Looking back to look forward”. In questo caso, in particolare, la storia dell’azienda rivela tesori preziosi, nei quali la memoria si intreccia con la tecnica: da un lato, infatti, è l’eccellenza delle tecnologie produttive che oggi si arricchiscono di potenzialità direttamente connesse all’ingegnerizzazione della ceramica di grande formato; dall’altro un bagaglio di esperienze maturate con grandi autori nel passato, da Zanuso a Noorda, fino a Ettore Sottsass. Di quest’ultimo - autore per Cedit già a partire dalla fine degli anni Settanta - Andrea e Simone studiano un campionario, una cartella cromatica che il maestro aveva sviluppato sulla fine degli anni Novanta. Un ventaglio di colori che serviranno all’identificazione della collezione “41 Colors” messa a catalogo in quel periodo come un vero abaco per una narrazione che ha lasciato il segno. Il colore è stato più di un necessario passaggio per il dialogo tra autore e azienda: in esso Sottsass aveva da tempo rinvenuto il potere del mistero che a questo universo di invenzione si accompagna. Grande amante da sempre della ceramica e della sua imprevedibilità artigianale, il maestro con Cedit trova un modo per trasferire al grande pubblico il suo personale senso del colore attraverso la serie industriale.

E questo presupposto è senz’altro un elemento che i Formafantasma hanno ereditato, interpretandolo oggi con nuovi mezzi tecnici che, nella loro efficienza, possono comunque sempre veicolare i segreti del colore. «Il colore “staccato” - spiegava Sottsass in un testo del 1992 - il colore classificato, il Pantone, come si chiama adesso il colore staccato, il colore “scientifico” per me non esiste neanche adesso. (...) I colori, l’idea del colore scappano sempre da tutte le parti, scappano al rallentatore come le parole, che scappano sempre, come la poesia che non si può mai tenere nelle mani, come i racconti belli». E proprio a partire dalla distinzione tra colore “staccato” e colore “inafferrabile” e diffuso sembrano ripartire i Formafantasma per la loro lettura. Ma lo fanno con la loro ineguagliabile propensione alla ricerca e con i mezzi tecnici del terzo millennio.«Questo lavoro - ci spiegano - è una riflessione sul colore e soprattutto su come riportare la moltitudine di toni, tipici della produzione artigianale, all’interno di un progetto su grande scala». I designer guardano alle grandi lastre monocrome e interrogano i tecnici per farsi raccontare i segreti, le fasi di lavorazione, i passaggi produttivi. Capiscono che il colore della ceramica, il suo inafferrabile segreto, può essere mantenuto anche nella serie e nelle grandi dimensioni dei formati di cui l’azienda è leader. Comprendono che già questo ha una potenza di espressione che non necessita di essere incanalata in forme, motivi, segni. Ma soprattutto trattano la superficie come una grande tela sulla quale stendere il colore puro, che tende all’uniformità, ma che in realtà non è mai un colore, appunto, “scientifico” e totalmente monocromo: non è un Pantone. E qui allora nasce l’intuizione geniale, quella dei figli del passaggio dall’era dell’analogico a quella del digitale; di chi sa appunto nutrirsi del passato per guardare al futuro. I designer tagliano la lastra in tante porzioni regolari, anche di diversi formati. La riportano ad essere “piastrella”, un nome desueto che suona di antico, ma che è modulo, unità di misura, matrice generatrice.

Non c’è nulla di nostalgico in questo, anzi: la visione è tutta inedita, le porzioni di lastra che ne derivano possono essere rimontate liberamente, scompaginando l’unità del tutto, rivivificandone l’essenza a partire dalla sua struttura. Rimescolando le carte del mazzo, emerge un disegno che non è quello di una figura o di un motivo, ma del colore stesso e della sua natura fisica. Esso è materia viva, nato per definizione dall’incontro di più vibrazioni, dal mescolamento di percentuali sempre variabili degli ingredienti di base. E i Formafantasma ci restituiscono l’essenza corpuscolare e parcellizzata di questi piccoli frame di spazio e tempo cristallizzato che disvelano il codice, la formula della loro composizione.Così Cromatica è una collezione composta da sei colori le cui declinazioni e possibilità compositive sono in realtà infinite. È un insieme “discreto” nell’accezione matematica del termine, capace di generare sottoinsiemi multipli e variabili. Al tempo stesso ogni lastra può essere utilizzata nella sua interezza, lasciando immutata l’impressione di continuità analogica. Ma è il confronto e il dialogo tra le due modalità a risultare davvero stupefacente: un vero uovo di Colombo atto a rendere manifesto il mistero che la riproduzione artificiale del colore ha da sempre esercitato sull’uomo. Perché, come diceva sempre Sottsass, «i colori sono linguaggio, sono un materiale potente, magico, imprendibile, flessibile, continuo, con il quale l’esistenza si palesa, l’esistenza pulsante nel tempo e nello spazio» .

Autori

Colori

Bianco

Grigio

Cenere

Verde

Rosa

Cobalto

Opale

Gradiente bianco-rosa

Gradiente grigio-verde

Formati

120x240 cm 48"x95"

120x120 cm 48"x48"

12x24 cm 43/4"x91/2"

6x24 cm 23/8"x91/2"

360x240 cm 1413/4""x95"

Spessori

6,00 mm

Superfici *

LUCIDA

OPACA

Accessori

Sigillante cementizio

STUCCO MARE

STUCCO TE' VERDE

STUCCO CINERINO

Pittura acrilica

CROMATICA PAINT BLU NOTTE SAT. 4 LTR

CROMATICA PAINT FELCE SAT. 4 LTR

CROMATICA PAINT ROSA SAT. 4 LTR

CROMATICA PAINT ORCHIDEA SAT. 4 LTR

Colore:

Formato:

Spessore:

Superficie:

Gradiente

GRAD.BIANCO ROSA 6MM A+B+C GLO.360X240

Gradiente bianco-rosa

360x240 cm

GRAD.BIANCO ROSA 6MM A+B+C OPA.360X240

Gradiente bianco-rosa

360x240 cm

GRAD.GRIGIO VERDE 6MM A+B+C GLO.360X240

Gradiente grigio-verde

360x240 cm

GRAD.GRIGIO VERDE 6MM A+B+C OPA.360X240

Gradiente grigio-verde

360x240 cm

Norma di riferimento E.N. 14411 . Appendice G. Gruppo BⅠa. UGL
Metodo di prova
Valore di riferimento norma
Valore dichiarato
Download
Lunghezza e larghezza: deviazione ammissibile, in %, della dimensione media di ogni piastrella dalla dim. di fabbricazione
ISO-10545-2
±0,6% (±2 mm)
± 0,15%
Deviazione ammissibile, in percento, dello spessore medio di ogni piastrella dalla dimensione di fabbricazione
ISO-10545-2
±5% (±0,5 mm)
± 5%
Deviazione massima di rettilineità, in percento, in rapporto alle dimensioni di fabbricazione corrispondenti
ISO-10545-2
±0,5% (±1,5 mm)
± 0,1%
Deviazione massima di ortogonalità, in percento, in rapporto alle dimensioni di fabbricazione corrispondenti
ISO-10545-2
±0,5% (±2 mm)
± 0,2%
Planarità (curvatura del centro / curvatura dello spigolo / svergolamento)
ISO-10545-2
±0,5% (±2mm)
± 0,2%
Qualità della superficie
ISO-10545-2
Il 95% min delle piastrelle deve essere esente da difetti visibili / At least 95% of the tiles must be free from visible flaws / 95% min des carreaux ne doivent présenter aucun défaut visible / Mindestens 95% der Fliesen müssen frei von sichtbaren / mín. el 95% de las baldosas tiene que estar exento de defectos visibles
CONFORME / CONFORMING / CONFORME / KONFORM / CONFORME / СООТВЕТСТВУЕТ
Massa d’acqua assorbita, in percento
ISO-10545-3
E<0,5%
average value 0,08%
Resistenza a flessione in N/mm2
ISO-10545-4
>35 N/mm2
average value 52 N/mm2
Resistenza all’abrasione profonda delle piastrelle non smaltate
ISO-10545-6
<175 mm3
average value 140 mm3
Resistenza agli sbalzi termici
ISO-10545-9
-
RESISTE / RESISTANT / RÉSISTE / ERFÜLLT / RESISTE / УСТОЙЧИВ
Resistenza al gelo
ISO-10545-12
Richiesta / Required / Requise / Gefordert / Requerida
RESISTE / RESISTANT / RÉSISTE / ERFÜLLT / RESISTE / УСТОЙЧИВ
Resistenza a basse concentrazioni di acidi ed alcali
ISO-10545-13
Come dichiarato dal produttore / See manufacturer’s declaration / Selon déclaration du producteur / Entsprechend der Herstellerangaben / Tal como declara el fabricante
ULA/ULB
Resistenza a alte concentrazioni di acidi ed alcali
ISO-10545-13
Come dichiarato dal produttore / See manufacturer’s declaration / Selon déclaration du producteur / Entsprechend der Herstellerangaben / Tal como declara el fabricante
UHA/UHB
Resistenza ai prod. Chimici di uso domestico ed additivi per piscina
ISO-10545-13
UB minimo / UB minimum / UB minimum / UB mindestens / UB minimo
UA
Coefficiente di attrito dinamico (section 9.6 ANSI A 137.1 2012)
DCOF
>0,42 wet
> 0,42 wet

Note

Per un effetto ottimale della posa, Florim suggerisce di mantenere 2 mm di fuga per pose monoformato e 3 mm per combinare formati misti.

* Test effettuato su formato 80x80cm (6mm)

Contattaci per maggiori informazioni

Contattaci per ricevere maggiori informazioni sui prodotti, sui rivenditori o per ricevere assistenza tecnica.

Potrebbero interessanti anche

Ricevi gli aggiornamenti sulle collezioni, i nuovi prodotti e gli eventi Made in Florim

Cambia Lingua RU

Se preferisci puoi impostare la lingua del sito per navigarlo in russo

Vai al russo Chiudi / Close

Cambiar idioma

Si prefieres, puedes configurar el idioma del sitio para navegar en español

Ir a la versión en español Chiudi / Close

Sprachwechsel

Sie können die folgenden Sprachen auswählen deutsch

Wechsel zu deutsch Chiudi / Close

Changer langue

Si vous préférez, vous pouvez configurer la langue du site pour naviguer en français

Aller sur la version française Chiudi / Close

Switch language

If you prefer, you can set the website language to browse it in English

Go to the English version Chiudi / Close

Scegli la lingua

Se preferisci puoi impostare la lingua del sito per navigarlo in italiano. Invece, per continuare sul sito inglese clicca sul pulsante chiudi.

Italiano Chiudi / Close